Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura dell'Istituto superiore di sanità

guadagnare salute

Archivio 2014

(18 dicembre 2014) Oscar della salute 2015: premio nazionale Rete città sane-Oms

La Rete città sane - Oms ha indetto l’ottava edizione del bando di concorso sulla valorizzazione delle buone pratiche di promozione della salute realizzate a livello locale nel 2014. Al concorso potranno partecipare tutti i Comuni della Rete e anche i Comuni che, pur non facendone parte, aderiranno al momento della presentazione della domanda d'iscrizione al bando. Il progetto Città sane è promosso dall’Oms per supportare i Paesi nella promozione della consapevolezza sulla salute pubblica, nello sviluppo di politiche locali, nella prevenzione dei rischi e nella comprensione delle sfide future. Ci si può iscrivere sino al 13 marzo 2015, per maggiori informazioni visita la pagina dedicata al concorso sul sito della Rete città sane.

 

(13 novembre 2014) Convegno di Orvieto: i video

Continua la pubblicazione dei materiali della III manifestazione nazionale di Guadagnare Salute. On line sul sito i prodotti multimediali che hanno partecipato al concorso “Immagini per la salute”. Disponibile anche il catalogo con la descrizione sintetica di ogni prodotto ricevuto.

 

(6 novembre 2014) III manifestazione nazionale di Guadagnare Salute: i materiali

Sono on line, sul sito di Guadagnare Salute, le presentazioni del convegno tenutosi ad Orvieto il 22 e 23 ottobre scorsi. Per ogni sessione, sono disponibili anche le introduzioni a cura del responsabile di sessione e del moderatore. Scarica anche: la guida per i partecipanti della manifestazione e la copia provvisoria dell’abstract book del convegno dal sito Iss (si segnala che, a fine novembre, il file sarà sostituito da quello definitivo corredato dal numero internazionale che identifica la pubblicazione).

 

(30 ottobre 2014) Oms Europa: un’infografica ci ricorda dove intervenire per contrastare le abitudini sbagliate

“Healthy diets save lives” è un’infografica realizzata dall’Ufficio europeo dell’Oms per mostrare in modo semplice e immediato quali abitudini alimentari possono essere corrette per prevenire patologie come obesità, diabete e tumori. La scheda, divisa colonne, illustra le linee guida Oms e le politiche nazionali su consumo di sale, di grassi saturi e di zuccheri, e sull’indice di massa corporea. Inoltre, nella parte bassa della scheda viene tracciata una panoramica degli interventi che possono essere adottati. Per maggiori informazioni scarica l’infografica.

 

(21 ottobre 2014) Stili di vita: fondamentali anche nella lotta ai tumori

Dall’Agenzia internazionale per la ricerca contro il cancro (Iarc) i 12 modi per prevenire il cancro. La Iarc ha recentemente diramato un “codice” di comportamenti individuali la cui applicazione, dati scientifici alla mano, eviterebbe la metà dei tumori che ogni anno colpiscono milioni di persone. Occorre modificare il proprio stile di vita e seguire le buone pratiche in tema di consumo di alcolici, fumo, alimentazione, obesità, sedentarietà e attività fisica. La riflessione di Stefania Salmaso (direttore Cnesps-Iss).

 

(31 luglio 2014) Orvieto 2014: la video presentazione

On line la video-presentazione della III manifestazione nazionale di Guadagnare salute.

 

(24 luglio 2014) III Manifestazione Guadagnare Salute: le news

La manifestazione in sintesi con la brochure e il volantino pronti per la stampa. On line anche la video-intervista a Paolo D’Argenio (Gruppo Tecnico Passi). Queste le novità sul sito di Guadagnare Salute.

 

(17 luglio 2014) In attesa di Orvieto

Sul sito di Guadagnare Salute il video-annuncio di Barbara De Mei (Unità di formazione e comunicazione, Cnesps-Iss). Dopo Napoli (2009) e Venezia (2012), la sanità pubblica si incontra a Orvieto per parlare della salute come costruzione sociale, come risorsa e come patrimonio di ognuno di noi e della collettività.

 

(31 luglio 2014) Per mantenersi in salute basta poco

Non è mai troppo tardi per prendersi cura della propria salute. Bastano pochi esercizi – semplici e poco impegnativi – ma eseguiti ogni giorno con costanza e pazienza. Ce lo insegna il signor B, un simpatico signore di una certa età che, allarmato da piccoli segnali (aumento di peso, affaticamento al minimo sforzo, pressione alta) e grazie al consiglio del suo medico, ha deciso di adottare uno stile di vita più sano. Il signor B è il protagonista del libro illustrato “Per mantenersi in buona salute basta poco. Pochi minuti al giorno di facili esercizi e per cucinare piatti gustosi e sani” (Il Pensiero Scientifico Editore, 2014), nato dalla collaborazione tra Jeremiah Stamler (esperto della prevenzione delle malattie cronico-degenerative e professore emerito alla Northwestern Univerity di Chicago) e il progetto Cuore dell’Istituto superiore di sanità. Il volume spiega con esercizi illustrati come rimanere attivi, anche “a una certa età” e come mangiar sano con qualche ricetta per preparare piatti gustosi e allo stesso tempo salutari. Consulta lo sfogliabile “Per mantenersi in salute basta poco” e l’estratto sull’attività fisica.

 

(15 luglio 2014) (R)Estate attivi!: il nuovo dossier di Azioniquotidiane

Non c’è anno che passi, al primo caldo estivo ecco che media e istituzioni, con articoli di costume o campagne di comunicazione, ripropongono consigli e indicazioni su come difenderci dalle ondate di calore. È però sempre importante valutare fonti e singoli casi, soprattutto per chi vuole fare esercizio fisico quando afa ed elevate temperature rendono più faticoso praticare sport. Le occasioni, del resto, non mancano: per chi ha scelto di trascorrere le ferie al mare o in montagna, ma anche per chi rimane in città, dove parchi e giardini offrono tante opportunità per mantenersi attivi. Su Azioniquotidiane il dossier “(R)Estate attivi!” e per seguire tutte le novità di Azioniquotidiane iscriviti alla newsletter inserendo il tuo indirizzo mail nel box sulla destra della home page.

 

(10 luglio 2014) III Manifestazione Guadagnare Salute: le news sul sito

Lo spazio dedicato alla presentazione di prodotti multimediali sulle tematiche inerenti i setting del convegno; i riferimenti dell’Agenzia che si occupa delle prenotazioni alberghiere; la nuova rubrica - inaugurata da un’iniziativa della Toscana – sui temi di Guadagnare Salute, in attesa del convegno di Orvieto e il video-annuncio di Stefania Salmaso (direttore Cnesps): queste le novità della settimana sul sito Guadagnare Salute.

 

(26 giugno 2014) L’esercizio fisico negli anziani: il nuovo dossier di Azioniquotidiane

A fronte di una popolazione sempre più anziana e malata, promuovere politiche di invecchiamento attivo è un obbligo per “non far saltare il banco”. Invecchiare è fisiologico, ma limitare questo processo è necessario sia per tutelare la salute individuale, sia per garantire la tenuta del sistema di assistenza sociosanitaria. Le soluzioni ci sono, in una prospettiva integrata che coinvolge diversi settori: dal volontariato ai trasporti, dall’urbanistica alla comunicazione. Passando anche per interventi più originali, sul territorio, come il ballo o la ginnastica domiciliare di gruppo. Su Azioniquotidiane il dossier “L’esercizio fisico negli anziani”.

 

(22 maggio 2014) Attività fisica sui luoghi di lavoro: il dossier di maggio di Azioniquotidiane

Negli ultimi cinquant’anni l’innovazione tecnologica e i progressivi cambiamenti socioculturali hanno reso il lavoro meno pesante, ma più sedentario e ripetitivo. Ogni giorno passiamo 7-8 ore fermi e seduti alla scrivania, mettendo a rischio la salute. Quando invece proprio l’ufficio può diventare un ambiente privilegiato dove promuovere stili di vita attivi. A partire da una riflessione su modelli e pratiche efficaci, tra studi e progetti già avviati, azioni quotidiane propone un percorso per agevolare l’esercizio fisico anche davanti al pc o in pausa pranzo. Su Azioniquotidiane il dossier “Attività fisica sui luoghi di lavoro” e per seguire tutte le novità di Azioniquotidiane iscriviti alla newsletter inserendo il tuo indirizzo mail nel box sulla destra della home page.

 

(17 aprile 2014) Poster “La Formula della Salute”

Movimento, sana alimentazione e vita di relazione: sono questi i tre messaggi chiave del poster “La Formula della Salute” (pdf 4,7 Mb) pubblicato sul sito del programma nazionale Guadagnare Salute. Si tratta di uno strumento di supporto al lavoro degli operatori socio-sanitari, coinvolti nel sistema di sorveglianza Passi d’Argento. Per maggiori informazioni consulta il sito Guadagnare Salute.

 

(20 marzo 2014) Promozione della salute o profitto a ogni costo: una terza via è possibile?

Come ricorda l’Oms, le strategie commerciali sono fattori in grado di condizionare sempre di più la salute della popolazione. Se fino a qualche tempo fa il nemico numero uno erano le multinazionali del tabacco, oggi la sanità pubblica deve vedersela con il marketing aggressivo dell’industria del food & beverage. Lo spazio di manovra tra ricerca del profitto e promozione della salute è una via stretta, ma che è possibile percorrere come dimostrano alcune esperienze in corso. È una partita dove giocano un ruolo chiave comunicazione e pubblicità, che hanno responsabilità sul fronte educativo e culturale. Per approfondire leggi su Azioniquotidiane il dossier “Conflitti di interesse?” e per seguire tutte le novità di Azioniquotidiane iscriviti alla newsletter inserendo il tuo indirizzo mail nel box sulla destra della home page.

 

(14 marzo 2014) Sport e cinema: i significati dell’attività fisica sul grande schermo

Che succede quando attività fisica e sportiva vanno in scena? Diventano metafore, simboli, leve per il riscatto sociale. Qualche suggestione da una carrellata di film di ieri e di oggi.

 

(13 marzo 2014) Alcol in Italia, la relazione al parlamento sui dati 2013

Ogni anno, in Italia, 18.000 persone muoiono a causa dell'alcol. È questo il numero più significativo che emerge dai dati dell'Osservatorio nazionale alcol dell'Istituto superiore di sanità trasmessi nella Relazione 2013 (pdf 3 Mb) del ministro della Salute al Parlamento e pubblicati sul sito del Ministero. Per approfondire leggi anche il commento (pdf 167 kb) di Emanuele Scafato (Centro nazionale alcol, Cnesps) e leggi la notizia sul sito del ministero della Salute.

 

(20 febbraio 2014) Zone pedonali e zone 30: su Azioniquotidiane un nuovo dossier

Sono tante le soluzioni per una pianificazione urbana in favore della salute, per ridurre gli incidenti stradali: dalle classiche aree pedonali alle cosiddette “zone 30”, più innovative e con tanti vantaggi - anche economici - ancora poco noti. La riduzione della velocità e dei volumi di traffico sono misure efficaci contro gli incidenti stradali, favoriscono stili di vita più attivi e non allungano i tempi di percorrenza in città. Eppure le resistenze non mancano, a volte anche per la responsabilità di scelte poco condivise con cittadini e portatori di interesse. Modelli differenti sono stati adottati a Roma Strasburgo, e Perugia. Per approfondire leggi su Azioniquotidiane il dossier “Zone pedonali e zone 30” e per seguire tutte le novità di Azioniquotidiane iscriviti alla newsletter inserendo il tuo indirizzo mail nel box sulla destra della home page.

 

(16 gennaio 2014) Asl Vercelli: atteggiamento e abitudine al fumo tra gli operatori

Il 20% degli operatori della Asl di Vercelli non percepisce il rischio della dipendenza da fumo di sigaretta come causa principale di mortalità e morbosità. Inoltre, rispetto alla propria abitudine quasi la metà degli operatori (46,5%) è stato fumatore nel corso della vita (oggi ex fumatore o fumatore); mentre coloro che fumano attualmente sono il 22,8%. L’abitudine al fumo fra gli operatori della Asl disaggregati per ruolo professionale evidenzia però una frequenza più ridotta di fumatori fra i medici (16%), fra cui risultano più ex fumatori rispetto alle altre professioni (29%). È quanto emerso dall’indagine sull’atteggiamento verso il fumo e sull’abitudine al fumo condotta, fra maggio 2012 e maggio 2013, dalla stessa Asl sui propri dipendenti e pubblicata a novembre 2013. All’attività ha preso parte il 77% del personale (1886 operatori tra sanitari, tecnici e amministrativi), compilando un questionario somministrato dai caposala e dai responsabili delle strutture. Dai dati emerge anche che l’8% dei medici non raccoglie sistematicamente i dati sull’abitudine al fumo dei pazienti, o lo fa in maniera generica (30%), mentre le raccomandazioni sulla cessazione del fumo non sono impartite dal 7% dei professionisti. La situazione non migliora se si pensa che quasi il 70% degli operatori non sa dell’esistenza del centro anti-fumo della Asl, attivo fin dal 2011. Evidente dunque la necessità di interventi di sensibilizzazione e aggiornamento per tutti gli operatori dell’Asl vercellese, orientati ai vari ruoli professionali. Per maggiori informazioni scarica ildocumento completo (pdf 336 kb).

 

(16 gennaio 2014) Da Save the Children un progetto contro la sedentarietà infantile

Le città, e in particolare le periferie, non sempre sono in grado di offrire spazi adeguati ai bambini esponendoli così al rischio di uno stile di vita sedentario e, di conseguenza, allo sviluppo di sovrappeso e obesità. Per questo motivo Save the Children, insieme a Mondelēz International Foundation, Uisp (Unione italiana sport per tutti) e Csi (Centro sportivo italiano), ha avviato il progetto triennale “Pronti partenza via!” focalizzato su pratica motoria, sportiva ed educazione alla salute dei bambini residenti nelle aree periferiche di 10 città italiane (Ancona, Aprilia, Bari, Catania, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Sassari e Torino). Attraverso il coinvolgimento attivo dei bambini, degli insegnanti, delle famiglie e della comunità locale si punta sia al recupero di luoghi inseriti in zone disagiate delle città (con allestimento di campi da gioco, percorsi sportivi, spazi verdi, campi polivalenti, skate e roller park, piste podistiche e ciclabili), sia a favorire l’integrazione sociale per contrastare i fenomeni di emarginazione che possono colpire la popolazione, soprattutto quella più giovane. Per maggiori informazioni visita il sito di Save the Children.

 

TOP