Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura dell'Istituto superiore di sanità

Convegni nazionali

Venezia, 21-22 giugno 2012

Campus San Giobbe: un po’ di storia

 

Il Campus San Giobbe dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, attuale sede della Facoltà di Economia, sorge dove era precedentemente collocato il macello comunale.

 

È del 1832 il primo progetto con cui il Comune di Venezia intende fare dell’area di San Giobbe una sede unica di tutti i macelli del territorio municipale. I lavori vengono ultimati nel 1842 e il macello si colloca tra i primi grandi impianti a livello europeo dopo quelli di Padova, Vienna e Roma. Negli anni a seguire si realizzano lavori di ampliamento dei locali, nonché un collegamento con la nuova ferrovia.

 

Il piano regolatore di Venezia del 1962 contempla lo spostamento in quest’area dell’ospedale civile SS. Giovanni e Paolo. L’amministrazione degli Ospedali Civili di Venezia si rivolge direttamente a Le Corbusier e nel 1965 il celebre architetto presenta il suo progetto. L’intento era raffigurare un’intera porzione di tessuto urbano veneziano, dove i corridoi erano le calli e gli slarghi diventavano nuovi campielli coperti.

 

Con la morte di Le Corbusier nel 1966 il progetto fallisce e, con esso, anche l’idea di demolire il complesso ottocentesco. Nel 1972 la sede del macello comunale viene comunque trasferita a Mestre e l’opificio di San Giobbe cessa le attività.

 

Dal 1986 si ricomincia ad affrontare il tema del recupero dell’intera aerea: recupero che inizia cinque anni dopo, con la cessione della sede da parte del Comune di Venezia all’Università Ca’ Foscari. L’ateneo vi realizza la sede della Facoltà di Economia, con un restauro completo e una serie di interventi di nuova edificazione che reintegrano i manufatti industriali più antichi e i tracciati storici principali.

 

Per maggiori dettagli sulla storia della sede, visita le pagine web della mostra “Il macello di San Giobbe: un’industria, un territorio”.

 

TOP