Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura dell'Istituto superiore di sanità

Sistema di sorveglianza Gyts

Gyts 2014: la raccolta dati in Italia

La seconda raccolta dati della sorveglianza Gyts (Global Youth Tobacco Survey) è stata effettuata in Italia nell’anno scolastico 2013-2014. Hanno risposto al questionario 1428 ragazzi di 13-15 anni iscritti al terzo anno della scuola secondaria di primo grado o al primo e al secondo anno della scuola secondaria di secondo grado.

 

L’indagine ha riguardato la prevalenza dell’abitudine al fumo di sigaretta e di altri prodotti del tabacco e di altri 6 determinanti ad esso legati.

 

Per quanto riguarda la prevalenza, è risultato fumatore abituale il 23,4% degli intervistati (il 20,6% dei maschi e il 26,3% delle femmine), mentre l’uso della sigaretta elettronica è stato riscontrato nell’8,4% dei ragazzi (l’11% dei maschi e il 5,9% delle femmine).

 

Per quanto riguarda i determinati legati all’uso del tabacco:

  • accesso, disponibilità e prezzo - Il 38,2% dei ragazzi fumatori abituali ha acquistato le sigarette presso una rivendita di tabacco
  • esposizione al fumo passivo - Il 49,9% è esposto al fumo passivo a casa
  • cessazione - Tra i ragazzi che fumano abitualmente, circa 6 su 10 ha tentato di smettere nell’anno precedente e circa 4 su 10 vorrebbe smettere
  • influenza dei mezzi di comunicazione e della pubblicità - Nell’ultimo mese prima dell’intervista, circa 5 intervistati su 10 sono stati raggiunti sui media da messaggi a sfavore del fumo, quasi 4 su 10 da messaggi a favore
  • conoscenze e attitudini dei ragazzi verso il fumo di sigaretta - Il 47% degli intervistati dichiara di essere consapevole dei pericoli dell’abitudine al fumo.

La raccolta Gyts 2014 è stata coordinata dall’Università di Torino.

 

Risorse utili

 

Data di creazione della pagina: 2 agosto 2018

TOP