Internet ROI Giornata mondiale per l’igiene delle mani 2020
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Giornata mondiale per l’igiene delle mani 2020

Celebrato ogni anno il 5 maggio, il World Hand Hygiene Day mira ad aumentare tra le persone di tutto il mondo la consapevolezza sull’importanza dell’igiene delle mani in generale e, in particolare, in ambito sanitario al fine di proteggere operatori sanitari e pazienti da molte infezioni.

 

Quest'anno, il tema della campagna promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) “Salva vite: Pulisciti le tue mani” (SAVE LIVES: Clean your hands), è in linea con l’Anno delle professioni infermieristica e ostetrica, figure in prima linea e con un ruolo chiave nella prevenzione e controllo delle infezioni, a maggior ragione nel contesto della pandemia da COVID-19.

 

Obiettivo principale della Giornata è riconoscere che il lavaggio delle mani è una delle azioni più efficaci che si possano intraprendere per ridurre la diffusione di agenti patogeni e prevenire le infezioni, compreso il virus SARS-CoV-2. Nell'ambito della campagna 2020, l'OMS e i partner mirano a:

  • fare dell'igiene delle mani una priorità globale
  • ispirare un vero e proprio cambiamento di comportamento relativo all'igiene delle mani
  • collaborare con gli operatori sanitari per un’assistenza “pulita” per la prevenzione delle infezioni.

L’impegno dell’ISS

In occasione della Giornata mondiale per l’igiene delle mani 2020 l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) ha realizzato un video che sottolinea che tenere le mani pulite è un gesto d’amore nei nostri confronti e nei confronti di chi ci sta intorno. Il claim “Cura le mani, le mani curano” è alla base anche di due infografiche che spiegano come garantirne una corretta igiene.

Guarda e scarica:

Iniziative locali

«Quest’anno, nel pieno della pandemia COVID-19», la Giornata «assume un significato molto particolare. L’igiene delle mani rappresenta infatti, insieme al distanziamento fisico e all’etiquette respiratoria (coprirsi naso e bocca in caso di starnuti o colpi di tosse), una delle principali misure di prevenzione e mitigazione del rischio di infezione». Lo sottolinea il documento “Igiene delle mani: una priorità per la fase 2 dell’epidemia COVID-19” (pdf 172 kb) a cura della Sub Area Rischio Clinico della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e Province Autonome.

 

Lo stesso messaggio è accolto da diverse società scientifiche nel comunicato intersocietario “Insieme per l’igiene delle mani” (pdf 172 kb). ANIPIO (Società Scientifica Nazionale degli Infermieri Specialisti del Rischio Infettivo), ANMDO (Associazione Nazionale dei Medici delle Direzioni Ospedaliere), SIMIT (Società Italiana Malattie Infettive e Tropicali); SIML (Società Italiana di Medicina del Lavoro), SIMPIOS (Società Italiana Multidisciplinare per la Prevenzione delle Infezioni nelle Organizzazioni Sanitarie), SItI (Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica), ribadiscono, infatti, l’impegno comune per la promozione della cultura della sicurezza di pazienti, operatori e cittadini, attraverso la diffusione e l’applicazione dell’igiene delle mani, una delle principali pratiche universalmente riconosciute come efficaci per la prevenzione delle infezioni.

 

Anche il Centro Gestione Rischio Clinico - Regione Toscana, sostiene la campagna con il video “Non abbassare la guardia. Lavati le mani” realizzato in occasione del World Hand Hygiene Day 2020.

 

Infine, l’Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana ha prodotto due strumenti comunicativi dedicati all’edizione 2020 della Giornata: il poster “COVID: ogni professionista, ogni gesto conta” (pdf 1,1 Mb) e il video.

 

Risorse utili

 

Data di ultimo aggiornamento: 6 maggio 2020

Data di creazione della pagina: 5 maggio 2020

Revisione a cura di: Fortunato “Paolo” D'Ancona - Dipartimento Malattie infettive, ISS