ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS


Raccomandazioni



Per garantire la salute ottimale delle bambine e dei bambini, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) raccomanda l’allattamento esclusivo nei primi 6 mesi di vita, seguito da un’adeguata, sicura e appropriata alimentazione complementare, proseguendo l’allattamento fino ai due anni di età e oltre, secondo il desiderio di mamma e bambino/bambina (allattamento continuato).

 

Deve inoltre essere garantito il contatto pelle-a-pelle immediato e ininterrotto e il sostegno alle madri per iniziare l’allattamento appena possibile dopo la nascita, quando il neonato/la neonata mostra interesse a poppare.

Si riportano di seguito le principali raccomandazioni OMS-UNICEF su allattamento e alimentazione attualmente utilizzate:

  • favorire il contatto pelle-a-pelle mamma-neonato immediatamente dopo la nascita e in modo continuo per almeno un’ora
  • aiutare le madri a iniziare l’allattamento entro un’ora dopo la nascita, o comunque il prima possibile
  • consentire alle madri e ai neonati di stare nella stessa stanza (rooming in) giorno e notte
  • nei primi 6 mesi di vita, alimentare i bambini esclusivamente con latte materno
  • oltre i 6 mesi, per soddisfare il crescente fabbisogno nutrizionale, la dieta va integrata con cibi complementari
  • l’alimentazione complementare dovrebbe essere tempestiva, adeguata, sicura, correttamente offerta, a richiesta e guidata dal bambino secondo i propri tempi e modi.

Leggi anche la pagina dedicata alle definizioni delle modalità di alimentazione infantile.

Leggi anche la pagina dedicata alla iniziativa Ospedale amico dei bambini (Bfhi) 2018 - Guida all’applicazione revisionata.

 

Riferimenti bibliografici

Risorse utili

 

Data di ultimo aggiornamento: 7 ottobre 2021

Revisione a cura di: Angela Giusti e Francesca Zambri - Centro Nazionale per la Prevenzione delle malattie e la Promozione della Salute, CNAPPS - ISS