Definizione di caso

Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Influenza

Definizione di caso

In questa pagina vengono riportate le definizioni di caso utilizzate nella sorveglianza delle sindromi simil-influenzale (Ili) InfluNet e delle formi gravi e complicate da influenza confermata (Sari; Ards), coordinate dall’Iss.

 

Per garantire la massima omogeneità di rilevazione dei casi anche a livello europeo, dal 2014 nella sorveglianza nazionale InfluNet, è stata adottata la definizione clinica europea dell’Ecdc (Decisione della Commissione Europea del 28/IV/2008) di Ili (Influenza like illness) o sindrome simil-influenzale, utilizzata quindi in tutta Europa e che include le manifestazioni acute con sintomi generali e respiratori.

 

In particolare la definizione di Ili prevede:

 

Qualsiasi soggetto che presenti improvviso e rapido insorgere di:

almeno uno tra i seguenti sintomi generali:

  • febbre o febbricola
  • malessere/spossatezza
  • mal di testa
  • dolori muscolari

e, almeno uno tra i seguenti sintomi respiratori:

  • tosse
  • mal di gola
  • respiro affannoso.

Per la sorveglianza delle forme gravi e complicate da influenza confermata vengono utilizzate le definizioni di Sari (Severe Acute Respiratory Infection) e di Ards (sindromi da distress respiratorio acuto).

 

Definizione di Sari (Severe Acute Respiratory Infection):

Paziente ospedalizzato di qualsiasi età con:

  • almeno un segno o sintomo respiratorio (tosse, mal di gola, difficoltà respiratorie) presenti al momento del ricovero o nelle 48 ore successive all’ammissione in ospedale
    e
  • almeno un segno o sintomo sistemico (febbre o febbricola, cefalea, mialgia, malessere generalizzato) o deterioramento delle condizioni generali (astenia, perdita di peso, anoressia o confusione e vertigini).

Definizione di Ards (sindromi da distress respiratorio acuto):

Paziente ospedalizzato di qualsiasi età con:

  • sindrome infiammatoria polmonare, caratterizzata da lesioni alveolari diffuse ed aumento della permeabilità dei capillari polmonari, con incremento dell'acqua polmonare extracapillare, definito come edema polmonare non cardiaco, riduzione della "compliance" polmonare ed infiltrati polmonari bilaterali diffusi a tutti i segmenti, dispnea grave, tachipnea e cianosi, nonostante la somministrazione di ossigeno. Secondo l'American European Consensus Conference la diagnosi di Ards può essere posta qualora siano presenti i seguenti criteri:
    • insorgenza acuta della malattia;
    • indice di ossigenazione PaOz/FiOz inferiore a 200 mmHg, indipendentemente dal valore PEEP (Positive End Expiratory Pressure);
    • infiltrati bilaterali alla radiografia toracica in proiezione antero-posteriore;
    • pressione di chiusura dei capillari polmonari (PCWP) inferiore a 18 mmHg, escludendo un'origine cardiaca dell'edema polmonare.

Riferimenti



Data di creazione della pagina: 25 ottobre 2018

TOP