ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS


Influenza: i ceppi virali 2002/2003 e il nuovo vaccino

Quest’anno la sensibilità dei cittadini all’arrivo del’influenza è stata anche aumentata dalle notizie riguardanti l’epidemia che durante i mesi estivi ha causato migliaia di casi e numerosi decessi in Madagascar. L’isolamento di alcuni virus influenzali (antigenicamente relazionati al ceppo A/Panama/2007/99 H3N2) ha fatto ipotizzare che l’esteso focolaio potesse essere attribuibile all’epidemia invernale (l’estate nell’emisfero australe) tuttavia le evidenze sia epidemiologiche che virologiche circa l’effettiva eziologia dei casi sono ancora scarse.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità sottolinea che la mancanza, in quelle aree geografiche, di un sistema di sorveglianza in grado di discriminare tra agenti infettivi diversi, possa aver determinato una sovrastima dei casi reali di influenza e che le manifestazioni respiratorie ed i casi di decessi registrati siano in realtà dovuti ad una molteplicità di agenti infettivi. L’OMS evidenzia inoltre come l’ epidemia possa essere stata aggravata da altri fattori locali, quali la difficoltà di accesso alle cure mediche e le condizioni di pre-esistente malnutrizione.

Il ceppo Panama è simile al ceppo Mosca (A/Mosca/10/99), appartenente al sottotipo A/H3N2, che ha già circolato, seppure molto limitatamente, nel nostro Paese lo scorso inverno. Tale ceppo virale, già incluso nel vaccino della passata stagione e presente anche nel nuovo vaccino 2002/2003, non è del tutto nuovo per le persone che si sono vaccinate negli anni passati.

E’ importante ricordare che, come per gli anni passati, anche il vaccino utilizzabile per la prossima campagna 2002-2003 è trivalente e conterrà, oltre al ceppo A/Mosca, anche altri due ceppi virali, appartenenti al sottotipo A/H1N1 e al tipo B. La nuova formulazione è :
ceppo A/Mosca/10/99 (H3N2)
ceppo A/Nuova Caledonia/20/99 (H1N1)
ceppo B/Hong Kong/330/2001