English - Home page

ISS
Istituto Superiore di Sanità
EpiCentro - L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità - EpiCentro


Ultimi aggiornamenti

13/6/2024 - Morbillo & Rosolia News: i dati al 31 maggio 2024

Dal 1 gennaio al 31 maggio 2024, in Italia, sono stati notificati 556 casi di morbillo (22,7 casi per milione di abitanti), di cui 125 casi nel mese di maggio 2024. L’87% dei casi è stato confermato in laboratorio. Sono 16 le Regioni/PPAA che hanno segnalato casi dall’inizio dell’anno, di cui 6 (Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Abruzzo, Sicilia) hanno riportato complessivamente l’82,7% dei casi. La Regione Abruzzo ha registrato l’incidenza più elevata (73,7/milione). L’89,7% dei casi era non vaccinato e un ulteriore 4,9% era incompletamente vaccinato. L’età mediana dei casi segnalati è pari a 30 anni; oltre la metà dei casi, infatti, sono adolescenti o giovani adulti non vaccinati e un ulteriore 22% ha più di 40 anni di età. Tuttavia, l’incidenza più elevata è stata osservata nei bambini sotto i 5 anni di età, e sono stati segnalati 24 casi in bambini di meno di un anno di età, troppo piccoli per essere vaccinati. Sono stati segnalati casi tra operatori sanitari (37 nel 2024) e trasmissione in ambito nosocomiale. Come atteso, circa il 30% dei casi ha sviluppato almeno una complicanza, tra cui sono stati registrati anche 74 casi di polmonite e un caso di encefalite. Nello stesso periodo in esame sono stati segnalati anche due casi di rosolia, classificati come possibili. È quanto emerge dal numero di giugno 2024 del bollettino periodico Morbillo & Rosolia News curato dalla sorveglianza epidemiologica nazionale del morbillo e della rosolia. La sorveglianza è coordinata dal Dipartimento di Malattie Infettive dell’ISS con il Reparto Epidemiologia, Biostatistica e Modelli Matematici e il Laboratorio Nazionale di riferimento per il Morbillo e la Rosolia con il contributo della rete nazionale di Laboratori Regionali di Riferimento (MoRoNet). Per approfondire consulta il n. 73 (giugno 2024) (pdf 830 kb) di Morbillo & Rosolia News e la pagina dedicata a Morbillo & Rosolia News.

 

23/5/2024 - Morbillo & Rosolia News: i dati al 30 aprile 2024

Dal 1 gennaio al 30 aprile 2024, in Italia, sono stati notificati 399 casi di morbillo, di cui 34 nel mese di gennaio, 96 a febbraio, 124 a marzo e 145 ad aprile 2024. L’87% dei casi segnalati è stato confermato in laboratorio. Sedici Regioni hanno segnalato casi, di cui quattro (Lazio, Sicilia, Emilia-Romagna e Toscana) hanno segnalato complessivamente quasi il 70% dei casi. L’89% dei casi era non vaccinato al momento del contagio. L’età mediana dei casi è pari a 31 anni; oltre la metà dei casi (51%) ha infatti un’età compresa tra 15 e 39 anni e un ulteriore 25% ha più di 40 anni di età. L’incidenza più elevata è stata osservata nei bambini sotto i cinque anni e 17 casi hanno meno di un anno di età. Per 31 casi la trasmissione è avvenuta in ambito nosocomiale e sono stati segnalati 20 casi tra operatori sanitari. Il 32% circa dei casi ha riportato almeno una complicanza, tra cui sono inclusi anche casi di polmonite, insufficienza respiratoria, cheratocongiuntivite, trombocitopenia, stomatite e un caso di encefalite. Nello stesso periodo in esame è stato segnalato un caso di rosolia, classificato come possibile. È quanto emerge dal numero di maggio 2024 del bollettino periodico Morbillo & Rosolia News curato dalla sorveglianza epidemiologica nazionale del morbillo e della rosolia. La sorveglianza è coordinata dal Dipartimento di Malattie Infettive dell’ISS con il Reparto Epidemiologia, Biostatistica e Modelli Matematici e il Laboratorio Nazionale di riferimento per il Morbillo e la Rosolia con il contributo della rete nazionale di Laboratori Regionali di Riferimento (MoRoNet). Per approfondire consulta il n. 72 (Maggio 2024) (pdf 830 kb) di Morbillo & Rosolia News e la pagina dedicata a Morbillo & Rosolia News.

 

14/3/2024 - Aggiornamento della sezione

Il morbillo è una malattia infettiva esantematica acuta causata da un virus a RNA del genere Morbillivirus, di cui esiste un unico sierotipo. Il morbillo è diffuso in tutto il mondo e l’uomo è l’unico ospite naturale. Grazie alla vaccinazione, si è verificata una significativa riduzione dell’incidenza del morbillo nel mondo. Tuttavia, la malattia rimane un’importante causa di morbilità e mortalità: si stima che nel 2022 siano morte di morbillo 136.200 persone, per lo più bambini di età inferiore ai 5 anni. Leggi tutto quello che c’è da sapere su questa malattia nella pagina dedicata alle informazioni generali appena aggiornata.

 

8/2/2024 - Morbillo & Rosolia News: i dati riassuntivi per il 2023 e i dati di gennaio 2024

Sono disponibili su EpiCentro gli ultimi due numeri (n. 69 e n. 70) di Morbillo & Rosolia News, il bollettino della sorveglianza integrata morbillo-rosolia. Il primo (n. 69) riporta i casi segnalati nel 2023, anno durante il quale sono stati riportati alla sorveglianza 43 casi di morbillo e due di rosolia. In particolare, per il morbillo, si è osservato un aumento negli ultimi quattro mesi dell’anno, con 32 casi segnalati tra settembre e dicembre 2023, rispetto a tre casi nello stesso periodo del 2022. Il 42% dei casi totali segnalati nel 2023 sono casi importati. L’età mediana dei casi è 27 anni ma l’incidenza più elevata è stata osservata nei bambini sotto i 5 anni di età. Il 93% dei casi totali era non vaccinato. Il 26% dei casi ha riportato una complicanza. I due casi di rosolia, di cui uno confermato, sono stati registrati in bambini di età inferiore o uguale a 6 anni. Il secondo bollettino (n. 70) riporta i casi di morbillo e rosolia registrati nel mese di gennaio 2024, mese durante il quale sono stati segnalati 27 casi di morbillo, con un’età mediana di 35 anni, da 7 Regioni. Oltre la metà dei casi (18/27) è stata segnalata da tre Regioni (Lombardia, Toscana e Lazio) e l’incidenza più elevata è stata riportata in Toscana (2,4 casi/1.000.000), seguita dal Lazio e dalla Campania. Nove dei casi segnalati (33%) sono casi importati. Per approfondire consulta il n. 69 (pdf 950 kb) e n. 70 (pdf 815 kb) di Morbillo&Rosolia News, la pagina dedicata a Morbillo & Rosolia News e leggi il comunicato stampa dell'ISS. 

 

6/10/2023 - Morbillo & Rosolia News: il numero di settembre 2023

Nel nostro Paese, dal 1 gennaio al 31 agosto 2023, sono stati segnalati al sistema di sorveglianza integrata morbillo-rosolia, coordinata dal Dipartimento malattie infettive dell’ISS, nove casi confermati di morbillo e due casi possibili, da nove Regioni. L’età mediana dei casi è 35 anni (range 1-47 anni) e l’incidenza più elevata si osserva nella fascia di età 0-4 anni, seguita dalla fascia 15-39 anni. Il 90% era non vaccinato al momento del contagio. Un caso confermato in un adulto ha sviluppato una cheratocongiuntivite. Nello stesso periodo di osservazione, sono stati segnalati un caso confermato di rosolia e un caso possibile, entrambi in bambini ≤6 anni di età, di cui uno non vaccinato e l’altro vaccinato con una sola dose. Sono i dati principali che emergono dal numero di settembre 2023 del bollettino periodico Morbillo & Rosolia News. Per approfondire consulta il numero di settembre 2023 (pdf 1 Mb) e la pagina dedicata a Morbillo & Rosolia News.

 

1/3/2023 - Morbillo & Rosolia News: on line i dati al 31 dicembre 2022

Nel nostro Paese, dal 1 gennaio al 31 dicembre 2022, sono stati segnalati al sistema di sorveglianza integrata morbillo-rosolia, coordinata dal Dipartimento malattie infettive dell’ISS, 18 casi di morbillo da 7 Regioni. Un terzo dei casi è verificato nel mese di ottobre 2022. L’età mediana dei casi è 29 anni, 13 dei 18 casi avevano un’età compresa tra 15 e 64 anni ma l’incidenza più elevata si è osservata nella fascia 0-4 anni. Inoltre, 5 dei casi segnalati si sono verificati tra operatori sanitari e 16 casi erano non vaccinati al momento del contagio. Nello stesso periodo di osservazione, sono stati segnalati 7 casi di rosolia, da sette Regioni, con un’età mediana di 9 anni. Sono i dati principali che emergono dal numero di febbraio 2023 del bollettino periodico Morbillo & Rosolia News. All’interno del bollettino viene anche segnalato l’articolo “Decline in reported measles cases in Italy in the COVID-19 era, January 2020 - July 2022: The need to prevent a resurgence upon lifting non-pharmaceutical pandemic measures” pubblicato a febbraio 2023 sulla rivista Vaccine in cui gli autori esaminano l’andamento dei casi di morbillo durante la pandemia di COVID-19, concludendo che il calo osservato rispetto al periodo pre-pandemico è stato molto probabilmente causato dalle misure non farmacologiche messe in atto per prevenire la trasmissione di SARS-CoV2. Gli autori sottolineano l’importanza di garantire elevate coperture vaccinali contro il morbillo per evitare il rischio di future epidemie. Per approfondire consulta il numero di febbraio 2023 (pdf 1 Mb) e la pagina dedicata a Morbillo & Rosolia News.