ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Sorveglianza pediatrica Cosi: i dati 2015-17

  

Nei Paesi della Regione europea dell’OMS l’obesità infantile si conferma un problema di salute pubblica, seppure con incidenze molto diverse tra i vari Stati. È quanto emerge dal rapporto “WHO European Childhood Obesity Surveillance Initiative (COSI) Report on the fourth round of data collection, 2015–2017 (2021)” pubblicato a maggio 2021, i cui dati erano già stati anticipati dal XII meeting dell’iniziativa European Childhood Obesity Surveillance Initiative (COSI), che si è svolto a Bergen (Norvegia) il 13 e 14 giugno 2019. L’Italia partecipa al COSI attraverso i dati della sorveglianza in età pediatrica OKkio alla Salute, coordinata dal Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute (CNAPPS) dell’Istituto superiore di sanità (ISS) e WHO Collaborating Centre sull’obesità infantile. Per questo report l’ISS ha lavorato all'analisi dei dati, alla scrittura dei testi e alla grafica del report.

 

Alcuni dati

La quarta raccolta dati di COSI è stata effettuata nelle scuole primarie di 36 Stati nel periodo 2015-17, per un totale di circa 250 mila bambini partecipanti.

 

In generale la prevalenza dell’eccesso ponderale (che include sovrappeso e obesità) era del 29% tra i bambini e del 27% tra le bambine di 7-9 anni; l’obesità interessava il 13% dei bambini e il 9% delle bambine. Tuttavia i dati mostrano una notevole variabilità da Paese a Paese.

 

Bambini:

  • i valori più alti sono stati registrati:
    • 6 anni: Spagna (35% sovrappeso, di cui il 14 obeso)
    • 7 anni: Grecia (42% sovrappeso, di cui il 20% obeso) e Spagna (42% sovrappeso, di cui il 19% obeso)
    • 8 anni: Spagna (43% sovrappeso, di cui il 21% obeso) e Italia (42% sovrappeso, di cui il 21% obeso)
    • 9 anni: Spagna (48% sovrappeso, di cui il 24% obeso) e Grecia (46% sovrappeso, di cui il 22% obeso).

Bambine:

  • i valori più alti sono stati registrati:
    • 6 anni: Spagna (32% sovrappeso, di cui il 13% obesa)
    • 7 anni: Spagna (40% sovrappeso, di cui il 17% obesa) e Grecia (38% sovrappeso, di cui il 14% obesa)
    • 8 anni: Spagna (42% sovrappeso, di cui il 15% obesa) e Italia (39% sovrappeso, di cui il 14% obesa)
    • 9 anni: Spagna (43% sovrappeso, di cui il 16% obesa) e Cipro (43% sovrappeso, di cui il 19% obesa).

L'iniziativa COSI indaga anche abitudini e stili di vita, in particolare le abitudini alimentari (come il consumo di frutta, verdura e bevande zuccherate), i livelli di attività fisica (con domande sulle modalità con cui ci si reca a scuola e sul tempo dedicato all’attività fisica e sportiva) il tempo passato davanti agli schermi e le ore di sonno notturne, e l’ambiente scolastico. Per saperne di più su questi aspetti leggi la pagina di EpiCentro dedicata “Salute dei bambini europei: i dati della Sorveglianza di popolazione COSI”.

 

Risorse utili

 

Data di creazione della pagina: 13 maggio 2021

Testo scritto da: Angela Spinelli, Paola Nardone, Marta Buoncristiano e Silvia Andreozzi Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute, ISS