Salute del bambino: l’importanza dei primi anni di vita nello sviluppo fisico e mentale
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Salute del bambino: l’importanza dei primi anni di vita nello sviluppo fisico e mentale

I primi anni di vita sono tra i più importanti nello sviluppo mentale e fisico dei bambini. È stato osservato che nei primi tre anni di vita avviene oltre l’80% dello sviluppo neuronale. In questo processo di costruzione del cervello, i bisogni fisici non sono gli unici che devono essere soddisfatti. Gli stimoli mentali e le interazioni sono infatti necessari a partire dalla nascita. Questi momenti preziosi avvengono il più delle volte con i componenti della famiglia, che sono al centro delle prime e più preziose relazioni di un bambino. Le linee guida OMS “Improving early childhood development: WHO guideline” illustrano come il settore sanitario può supportare le famiglie per fornire queste cure, cosicché ogni bambino abbia il miglior inizio possibile per la sua vita. 

 

Cure responsive

Offrire cure responsive a neonati e bambini significa sintonizzarsi su ciò che dicono e sui segnali che mandano (che siano espressioni facciali, pianto, altri suoni o movimenti) così da rispondere ai loro bisogni. Questo processo aiuta a creare le basi per la sicurezza, le relazioni affettive e l’apprendimento precoce. Aiuta i neonati e i bambini a sentirsi sicuri, protetti e propensi a comunicare i loro bisogni. Per migliorare questo legame l’OMS raccomanda il contatto fisico frequente, il contatto oculare ravvicinato, e di parlare, cantare e rispondere ai rumori che fanno i bambini. 

 

I bambini imparano quando parliamo e interagiamo con loro

Nei bambini piccoli l’apprendimento è continuo e interessa ogni loro attività: il movimento, il linguaggio, la sperimentazione di cose o luoghi nuovi, le interazioni con gli altri sono tutti momenti da cui i bambini “imparano qualcosa”. Per questo motivo, ogni momento che passiamo con un bambino rappresenta un’opportunità. Il gioco può assumere molte forme diverse, aiutando i bambini a risolvere i problemi, esprimersi, prendere decisioni, fare pratica e a provare cose nuove. Per l’apprendimento infantile è quindi importante che il gioco sia integrato nella routine quotidiana e che i bambini abbiano spazi sicuri in cui esplorare, impegnarsi ed essere creativi.

 

L’importanza del supporto alle famiglie

L’apprendimento e lo sviluppo infantile non sono qualcosa che capita ma richiedono un’attenzione costante e molti più investimenti. Inoltre richiede attenzione anche alle esigenze di chi si prende cura dei bambini inclusa la salute fisica e mentale.

Per questo sono importanti le politiche a favore delle famiglie, come il congedo parentale retribuito, gli assegni familiari e l’assistenza all’infanzia a prezzi accessibili, che aiutano i genitori a fornire un'assistenza sicura, stabile e amorevole ai loro figli. I sistemi sanitari devono anche aiutare le famiglie a fornire cure responsive. Il personale sanitario, come ostetriche, infermieri, medici e operatori sanitari, possono aiutare i genitori a identificare e a rispondere alle esigenze del bambino, ricordando loro l’importanza del gioco e della comunicazione precoce. Possono assicurarsi che le famiglie siano a conoscenza dei servizi rilevanti e del supporto aggiuntivo, inclusa l’assistenza per la salute mentale materna.

 

Il supporto nelle emergenze sanitarie

Nel contesto delle emergenze umanitarie o in cui vi è povertà e privazione, saranno spesso necessari ulteriori sistemi di supporto per aiutare i bambini a svilupparsi al meglio delle loro potenzialità. Nel complesso, lo sviluppo della prima infanzia è uno dei migliori investimenti che i governi possono fare per il futuro di una società. Non solo aiuta i bambini e le famiglie a prosperare, aiuta a rompere i cicli di povertà e disuguaglianza e contribuisce a popolazioni più felici e più sane. Questo è il motivo per cui l’OMS sta dando priorità allo sviluppo della prima infanzia come parte fondamentale del suo impegno nel garantire la salute per tutti, fin dai primi momenti della vita.

 

Risorse utili

 

Data di creazione della pagina: 12 marzo 2020

Autrici: Enrica Pizzi e Angela Giusti, Centro Nazionale per la Prevenzione delle Malattie e la Promozione della Salute - ISS

TOP