ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Raccolta e integrazione dei dati sulla salute dei rifugiati e dei migranti nei sistemi informativi nazionali

In occasione della Giornata internazionale dei migranti (18 dicembre), l’OMS ha reso disponibile online la guida tecnica “Collection and integration of data on refugee and migrant health in the WHO European Region” che presenta le conoscenze e le migliori pratiche relative all'inclusione dei dati sulla salute dei migranti nei sistemi informativi sanitari nazionali.

 

Ad oggi questa pratica è poco diffusa: i dati possono essere disponibili ma non disaggregabili sulla base di variabili relative alla migrazione e, viceversa, i dati sul fenomeno migratorio esistono ma attualmente non sono collegati e/o integrati con quelli sanitari. Inoltre, i dati disponibili non sono rappresentativi di tutte le popolazioni migranti.

 

Il lavoro, iniziato con la Consensus Conference, che si è svolta a Pécs (Ungheria) il 7 e l’8 ottobre 2019, e la successiva creazione della Task Force a cui hanno partecipato ricercatori del Centro Nazionale per la Salute Globale dell’ISS, ha avuto un nuovo impulso dalla pandemia di COVID-19. In questo periodo si è infatti ulteriormente evidenziata la necessità di integrare i dati sanitari sulla migrazione nei sistemi informativi sanitari nazionali per supportare l'inclusione di rifugiati e migranti nelle misure di sanità pubblica, inclusi i piani di preparazione e risposta.

 

Le evidenze fondamentali provengono dall'ampia revisione della letteratura pubblicata nel rapporto di sintesi 66 della Health Evidence Network, che ha analizzato la disponibilità e l'integrazione di dati sanitari di rifugiati e migranti nei sistemi informativi sanitari nella Regione europea dell'OMS.

La guida tecnica, si propone quindi di:

  • evidenziare i principi chiave
  • sintetizzare le azioni e le sfide prioritarie
  • mappare gli impegni e le strutture internazionali esistenti
  • fornire considerazioni, politiche e pratiche per promuovere la raccolta e l'integrazione dei dati sulla salute dei migranti.

Tra le misure pratiche che i Paesi possono intraprendere per costruire sistemi di informazione sanitaria forti e inclusivi, vengono raccomandate:

  • l'istituzione di un gruppo di lavoro multistakeholder per la supervisione della raccolta e dell'integrazione dei dati
  • la creazione di un quadro normativo per prevenire l'accesso e l’uso non autorizzato dei dati sanitari per scopi non idonei
  • l’integrazione di variabili fondamentali (quali il Paese di nascita, la cittadinanza, gli anni dall’arrivo nel Paese, il Paese di nascita dei genitori) nel sistema routinario di raccolta dati e la promozione di data linkage.

Sebbene i principali destinatari del documento siano i responsabili delle politiche in tutti i settori a livello locale, nazionale e regionale, i contenuti possono essere utili anche per professionisti sanitari, operatori sociali e legali.

 

Risorse utili

 

Data di ultimo aggiornamento: 11 febbraio 2021

Testo scritto da: Giulia Marchetti, Maria Elena Tosti, Maria Grazia Dente e Silvia Declich - Centro Nazionale per la Salute Globale, ISS