English - Home page

ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Archivio per anni

 

29 luglio 2021

Impatto della vaccinazione COVID-19 sul rischio di infezione da SARS-CoV-2 e successivo ricovero e decesso in Italia

È online il terzo report di analisi congiunta dei dati dell’anagrafe nazionale vaccini e della sorveglianza integrata COVID-19, a cura del Gruppo di lavoro ISS e ministero della Salute “Sorveglianza vaccini COVID-19” in collaborazione con i referenti regionali della sorveglianza integrata COVID-19 e con i Referenti regionali della Anagrafe Nazionale Vaccini. Il report (che prende in esame il periodo 27/12/2020-14/7/2021) si riferisce a circa 27 milioni di persone vaccinate con almeno una dose, che rappresentano circa la metà della popolazione italiana ≥12 anni.

 

Vaccinazione anti COVID per persone in condizioni di marginalità sociale

Quasi il 60% delle persone ospitate nelle strutture di accoglienza (migranti, ma anche italiani senza dimora) non sono inclini ad aderire alla vaccinazione anti-COVID-19: è quanto emerge dal documento “Dossier COVID-19. Indagine sulla disponibilità a vaccinarsi contro il COVID-19 da parte delle persone ospitate nei centri/strutture di accoglienza in Italia”, pubblicato a luglio 2021 dal Tavolo Asilo e Immigrazione (TAI) e il Tavolo Immigrazione e Salute (TIS). Per approfondire leggi il commento ai dati di Silvia Declich e Maria Elena Tosti (ISS).

 

Online il nuovo numero del BEN

Molti gli argomenti trattati nell’ultimo numero del Bollettino epidemiologico nazionale: dal Registro Italiano delle Protesi Impiantabili, alla valutazione dell'effetto delle buone pratiche sulla durata dell'allattamento nelle partorienti di Orvieto; dalle strategie di formazione per la promozione di stili di vita salutari in contesti opportunistici, alla piattaforma europea per il monitoraggio delle conversazioni sui vaccini su web e social network. Uno sguardo particolare, visto il periodo che stiamo vivendo, all’articolo sull'impatto dei virus influenzali in Italia nella stagione 2020-21 durante la pandemia di COVID-19.

 

Analisi sui decessi: caratteristiche dei pazienti

È online il nuovo rapporto sulle caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia. Il documento, basato sui dati aggiornati al 21 luglio 2021, descrive le caratteristiche di 127.044 pazienti deceduti e positivi al virus SARS-CoV-2 in Italia, riportati dalla Sorveglianza Integrata COVID-19 coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS).

 

Indagine 2019: i dati delle Marche

Nel 2019 nella Regione Marche hanno partecipato all’indagine il 100% delle scuole e il 100% delle classi sui 107 plessi scolastici e sulle 123 classi campionate. Tra i bambini della Regione il 2,3% risulta in condizioni di obesità grave, il 6,6% obeso, il 21,3% in sovrappeso, il 69% normopeso e lo 0,8% sottopeso. Dall’indagine emerge che il 26% dei bambini risulta non attivo il giorno antecedente al monitoraggio. Leggi l’approfondimentosul report regionale delle Marche.

 

Monitoraggio delle varianti del virus SARS-CoV-2

Sono online, su EpiCentro, nuove pagine dedicate alla raccolta dei rapporti periodici relativi al monitoraggio delle varianti del virus SARS-CoV-2. Per approfondire consulta: la pagina generale sul monitoraggio delle varianti di SARS-CoV-2 di interesse in sanità pubblica in Italia, la pagina dedicata alle indagini rapide, la pagina dedicata ai rapporti periodici.

 

Vaccinazione anti COVID-19 nelle popolazioni socialmente vulnerabili

Al fine di promuovere uno scambio di buone pratiche su un’equa diffusione della vaccinazione contro l’infezione da SARS-CoV-2 tra le popolazioni socialmente vulnerabili nei Paesi UE/SEE, l’ECDC, il 23 giugno 2021, ha tenuto un webinar con gli stakeholder delle autorità sanitarie pubbliche nazionali e della società civile. Sul sito dell’ECDC sono ora disponibili le conclusioni del webinar e i materiali del convegno. Per approfondire leggi il commento di Silvia Declich (ISS).

 

Sorveglianza dei vaccini anti COVID-19: il sesto rapporto AIFA

È online l’analisi delle segnalazioni di evento avverso registrate nella Rete Nazionale di Farmacovigilanza tra il 27 dicembre 2020 e il 26 giugno 2021 per i quattro vaccini in uso nella campagna vaccinale contro il COVID-19. Il rapporto, pubblicato dall’AIFA, analizza 76.206 segnalazioni, di cui l’87,9% sono riferite a eventi non gravi, che si risolvono completamente, come dolore in sede di iniezione, febbre, astenia/stanchezza, dolori muscolari.