ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Piano caldo 2021

In linea con quanto fatto l’anno scorso, anche per il 2021 il Piano di prevenzione degli effetti sulla salute delle ondate di calore e l’attività di sorveglianza della mortalità giornaliera saranno rimodulati per tener conto sia del rischio ondate di calore che del rischio associato al COVID-19 e dell’impatto delle differenti modalità operative che verranno messe in atto a livello locale, in particolare in ambito socio-assistenziale.

Le attività previste nel “Piano Attività estate 2021 in relazione all’epidemia COVID-19” comprendono:

  • la pubblicazione dei bollettini sulle ondate di calore (pubblicati, sul sito del Ministero, dal lunedì al venerdì fino a metà settembre). Il sistema, dislocato in 27 città italiane, consente di individuare giornalmente, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche a rischio per la salute, soprattutto dei soggetti vulnerabili. Le città monitorate sono: Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo.
  • il sistema rapido di sorveglianza della mortalità giornaliera (SiSMG): durante il periodo estivo i dati del SiSMG saranno utilizzati sia per il monitoraggio degli effetti delle ondate di calore che per il monitoraggio dell’impatto dell’epidemia di COVID-19. Al fine di avere una maggiore copertura nazionale, per il 2021 è prevista l’estensione del SISMG a 20 nuovi comuni con popolazione maggiore di 100.000 abitanti.
  • l’integrazione della sorveglianza epidemiologica con il sistema di sorveglianza degli accessi in Pronto Soccorso in strutture sentinella di 7 città.
  • la realizzazione di una survey online che consentirà di aggiornare in ogni Regione (ASL/Comune), le informazioni sulle modalità di sorveglianza della popolazione, sull’identificazione dei sottogruppi suscettibili al caldo, tenendo conto della possibile integrazione con le attività di prevenzione per l’epidemia di COVID-19. La survey consentirà di raccogliere informazioni anche su numeri verdi dedicati, sul materiale informativo per la popolazione, per gli operatori socio-sanitari, ecc.
  • la realizzazione di materiale informativo specifico su caldo e COVID-19. Infatti, studi epidemiologici hanno evidenziato che molte delle condizioni croniche, associate a un maggior rischio di decesso durante le ondate di calore, sono anche condizioni associate a una maggiore suscettibilità al COVID-19. Anche le patologie autoimmuni e oncologiche sono state associate a un quadro clinico più grave. Questi sottogruppi di popolazione devono essere oggetto di specifici interventi di prevenzione, come la sorveglianza domiciliare effettuata dai medici di base anche in periodo epidemico, rispettando le indicazioni per ridurre il rischio di contagio. Consulta l'Infografica - Come proteggersi dal caldo durante l'epidemia COVID-19 e visita il sito del Ministero per scaricare gli opuscoli rivolti alla popolazione generale e agli operatori del settore, su come gestire particolari situazioni in caso di caldo intenso, con consigli su viaggi, bambini, animali, anziani e persone fragili.

 

Risorse utili

 

Data di creazione della pagina: 17 giugno 2021

Revisione a cura di: Maria Cristina Rota, Dipartimento Malattie infettive - ISS