ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Ultimi aggiornamenti

23/7/2020 - HBSC Italia: i risultati dell’indagine 2018 in Friuli Venezia Giulia

Sono 192 su 194 le classi friulane della scuola secondaria di I grado e della scuola seconda di II grado che hanno partecipato alla rilevazione 2018 di HBSC, permettendo così di descrivere gli studenti di 11, 13, e 15 anni e l’ambiente in cui crescono. A quasi 1 ragazzo su 3 non piace la scuola e all’aumentare dell’età si riduce la fiducia verso gli insegnanti. Complessivamente circa 1 ragazzo su 6 ha riferito di essere vittima di atti di bullismo. Il 41% dei maschi e 58% delle femmine hanno riferito segni di malessere psicofisico per più di una volta alla settimana. Per quanto riguarda gli stili di vita: solo 1 ragazzo su 10 raggiunge il valore raccomandato di sette giorni alla settimana di attività fisica e circa 1 ragazzo su 4 guarda la TV oltre due ore al giorno; il 9% dei ragazzi tra gli 11 e i 15 anni fuma, anche se non abitualmente, con un picco molto più elevato tra i quindicenni (25%); 1 ragazzo su 5 ha riferito di aver consumato alcolici nell’ultimo mese, anche se raramente. Sebbene circa 1 ragazzo su 6 abbia riferito di aver già avuto rapporti sessuali completi il 45% ha utilizzato il coito interrotto. Le domande sul gioco d’azzardo hanno evidenziato che il 44% dei maschi e il 20% delle femmine hanno provato qualche volta a scommettere denaro. Infine, più del 10% dei giovani dichiara di parlare più facilmente dei propri sentimenti o preoccupazioni su internet piuttosto che in un incontro faccia a faccia. Per maggiori informazioni scarica il documento completo “Stili di vita e Salute degli adolescenti. I risultati della Sorveglianza HBSC Italia 2018 nella Regione Friuli Venezia Giulia” (pdf 16 Mb).

 

4/6/2020 - HBSC: i risultati dell’indagine 2018 in Calabria e nella PA di Trento

In Calabria, la maggior parte degli 11enni intervistati ha dichiarato di non aver “mai” bevuto alcol negli ultimi 30 giorni (88,4%), dato che scende al 54,7% nei 15enni. Dall’indagine emerge che i ragazzi che fanno un uso problematico dei social media sono soprattutto le ragazze e hanno 13 anni. Le indagini sulle abitudini dei 15enni rispetto al gioco d’azzardo mettono in luce che l’11,1% dei maschi e il 5,2% delle femmine sono considerati giocatori problematici. Inoltre il 23,8% dei 15enni dichiara di aver avuto rapporti sessuali completi. Il preservativo è il contraccettivo maggiormente usato in entrambi i sessi (74,2%). Per maggiori informazioni scarica il rapporto completo “HBSC - Stili di vita e salute dei giovani italiani tra 11 e 15 anni. Regione Calabria” (pdf 2,3 MB). Nella PA di Trento il consumo settimanale di alcol è un’abitudine per il 22% dei 15enni, il 9% dei 13enni e il 5% degli 11enni. Il 69% dei ragazzi non ha mai giocato d’azzardo nella propria vita, il 15% lo ha fatto 1-2 volte, l’8% 3-5 volte e l’8% oltre 5 volte. Sebbene il gioco avvenga per nove ragazzi su dieci in modo sociale, circa il 9% è a rischio di dipendenza. Il 14% dei 15enni ha già avuto rapporti sessuali completi e il profilattico è il metodo contraccettivo più usato (85%). Per maggiori informazioni scarica il rapporto completo “Stili di vita e salute dei giovani in età scolare. Risultati dell’indagine HBSC 2018 nella Provincia di Trento” (pdf 2,2 MB).

 

4/6/2020 - Giornata mondiale contro il tabacco: alcune iniziative

In occasione del World No Tobacco Day 2020 che si è svolto lo scorso 31 maggio, la Società Italiana di Tabaccologia (SITAB) ha diffuso un video, realizzato insieme a Campaign for Tobacco-Free Kids (CTFK), organizzazione statunitense per la protezione dei ragazzi dal tabacco, in cui spiega come Big Tobacco riesca a convincere i ragazzi ad utilizzare un prodotto che uccide il 50% dei suoi consumatori. Guarda il video e leggi il comunicato stampa SITAB. Inoltre a livello locale, l’Osservatorio per la salute del Dipartimento salute e politiche sociali della Provincia di Trento ha preparato una scheda informativa con i dati sulla diffusione dell'abitudine al fumo in Trentino. Le fonti dei dati sono l'indagine HBSC (sui giovani ) e i sistemi di sorveglianza PASSI (sulla popolazione adulta) e Passi d'Argento (sugli anziani). Scarica la scheda informativa (pdf 2,2 Mb) e visita il sito Trentinosalute.

 

28/5/2020 - HBSC 2010 e 2014: questionario di valutazione dei Focus Paper regionali

Tutti i referenti regionali e aziendali coinvolti in HBSC sono invitati a compilare, entro il 3 giungo, il breve questionario di valutazione dei Focus Paper riguardanti alcol e fumo, alimentazione e attività fisica, e il contesto scolastico, realizzati nell’ambito della Sorveglianza HBSC-Italia 2010, e successivamente nel 2014. Il questionario, proposto dal gruppo di coordinamento della sorveglianza, ha lo scopo di monitorarne la diffusione così da indirizzare le strategie di comunicazione future e assicurare il coinvolgimento dei ragazzi, delle famiglie e delle scuole. Vai al questionario.

 

21/5/2020 - Salute e benessere degli adolescenti: il rapporto internazionale 2018 HBSC

Negli ultimi 30 anni, lo studio internazionale HBSC - Health Behaviourin School-aged Children, che nel 2017/2018 ha coinvolto 45 Paesi a livello globale tra cui l’Italia, ha permesso di descrivere nel tempo le condizioni di salute e il benessere di ragazzi e ragazze di 11, 13 e 15 anni. L’ultimo rapporto internazionale “Spotlight on adolescent health and well-being”, pubblicato il 19 maggio 2020 dall’Ufficio regionale europeo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), fornisce una interessante panoramica sulla salute fisica, sulle relazioni sociali e sul benessere psicologico di 227.441 ragazzi in età scolare. Leggi il commento a cura di Silvia Ciardullo, Serena Donati, Paola Nardone, Daniela Pierannunzio, Angela Spinelli (Centro Nazionale per la Prevenzione delle malattie e la Promozione della Salute, CNAPPS – ISS).

 

14/5/2020 - HBSC Italia: i risultati dell’indagine 2018 in Toscana

Sono 3083 gli studenti toscani di 11, 13, e 15 anni che hanno partecipato alla rilevazione 2018. I dati indicano che solo il 9,6% ha praticato regolarmente almeno un’ora di attività fisica al giorno nel 2018 (dato invariato rispetto al 2014). Per quanto riguarda lo stato nutrizionale, in Toscana la prevalenza di sovrappeso e obesità risulta essere in leggero aumento rispetto alla precedente raccolta dati: il sovrappeso è passato dall’11,8% (2014) al 14,2% (2018) e l’obesità dall’1,2% (2014) al 2,1% (2018). Il consumo di frutta “Più di una volta al giorno” ha percentuali maggiori nelle femmine rispetto ai maschi e tende a diminuire all’aumentare dell’età, in totale il suo valore è pari al 17,4% in flessione rispetto al 2014 (19,7%). Il consumo di verdure “Più di una volta al giorno” è in lieve aumento rispetto al 2014 (16,9% vs 14,6%) ed è più frequente per le femmine, senza particolari differenze nelle tre fasce d’età considerate. Per maggiori informazioni scarica il documento completo “Stili di vita e Salute degli adolescenti. I risultati della Sorveglianza HBSC Italia 2018 nella Regione Toscana” (pdf 2,5 Mb).

 

9/1/2020 - Nuovi materiali dalla Ulss 2 di Treviso

Online una presentazione (pdf 3,7 Mb) che racchiude i dati regionali di PASSI d’Argento (2017-18), OKkio alla Salute (2016) e HBSC (2018), e quelli locali di PASSI (2015-18), su eccesso ponderale, consumo di frutta e verdura, consumo di sale e rischio cardiovascolare.