Influenza - FluNews

Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Influenza

FluNews - Italia
Rapporto della sorveglianza integrata dell’influenza

Stagione 2018/2019

 

Il presente rapporto integra i risultati di differenti sistemi di sorveglianza dell’influenza (casi gravi, Sismg, InfluWeb, InfluNet-Epi, InfluNet-Vir). Per approfondire consulta gli aspetti metodologici delle singole fonti di dati (pdf 457 kb).

 

La realizzazione di questo rapporto è a cura di: Antonino Bella (Reparto Epidemiologia, Biostatistica e Modelli matematici- DMI-Iss), Maria Rita Castrucci, Simona Puzelli (National influenza Center – DMI - Iss), Daniela Paolotti (Fondazione Isi), Annamaria de Martino, Anna Caraglia (ministero della Salute) e Paola Michelozzi (Dipartimento di Epidemiologia SSR Lazio - ASL Roma 1)

 

Iss

Iss

Isi

Iss

Ministero

In evidenza

Nella 10a settimana del 2019, il numero di casi di sin-drome influenzale è ancora in calo e l’incidenza si colloca nell’area di bassa intensità e sia avvicina alla soglia basale. Il numero di casi stimati in questa settimana è pari a circa 288.000, per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 7.231.000 casi.

 

Di seguito è riportato un riepilogo degli indicatori disponibili:

  • Casi gravi: nella 10a settimana del 2019 sono stati segnalati 9 casi gravi da influenza confermata di cui 1 è deceduto per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di 680 casi gravi di cui 155 deceduti.
  • Mortalità: durante la9a settimana del 2019 la mortalità è stata superiore al dato atteso, con una media giornaliera di 245 decessi rispetto ai 231 attesi.
  • InfluWeb: durante la 10a settimana del 2019, circa il 68% dei casi di sindrome simil-influenzale riferisce di non essere stato visitato da un medico del Servizio sanitario nazionale ma di aver avuto una sindrome simil-influenzale.
  • InfluNet-Epi: nella 10a settimana del 2019 l'incidenza totale è pari a circa il 4,8 casi per mille assistiti.
  • InfluNet-Vir: durante la 10a settimana del 2019 rimangono largamente dominanti i virus di tipo A. Anche per questa settimana, i virus di sottotipo H3N2 (67%) prevalgono sui ceppi H1N1pdm09 (15%). Nel complesso, dall’inizio della stagione, i ceppi A(H1N1)pdm09 rappresentano il 49% dei virus circolanti.

Monitoraggio dell’andamento delle forme gravi e complicate di influenza confermata

Il sistema permette di descrivere l’epidemiologia delle forme gravi e complicate di influenza confermata ed è basato sulle segnalazioni al ministero della Salute e all’Istituto superiore di sanità dei casi gravi e complicati di influenza confermata in laboratorio, le cui condizioni prevedano il ricovero in Unità di terapia intensiva (UTI) e/o, il ricorso alla terapia in Ossigenazione extracorporea a membrana (ECMO).

  • Dall’inizio della sorveglianza (ottobre 2018) sono stati segnalati 680 casi gravi di influenza confermata in soggetti con diagnosi di Sari (Severe Acute Respiratory Infection-gravi infezioni respiratorie acute) e/o Ards (Acute respiratory distress syndrome-sindromi da distress respiratorio acuto) ricoverati in terapia intensiva, 155 dei quali sono deceduti. I casi sono stati segnalati, fin ora, da 19 Regioni e Province autonome.
  • Il 63% dei casi gravi è di sesso maschile e l’età mediana è pari a 62 anni (range: 0-102 anni); il 78% dei casi si è verificato in soggetti di età pari o superiore a 50 anni. Tra i deceduti l’età mediana è pari a 67 anni (range: 1-91 anni) e il 88% dei decessi si è verificato in soggetti d’età pari o superiore a 50 anni.
  • Nell’83% dei casi gravi e nell’89% dei deceduti era presente almeno una condizione di rischio preesistente (diabete, tumori, malattie cardiovascolari, malattie respiratorie croniche, obesità, ecc.) e l'82% dei casi risulta non vaccinato. Otto casi gravi si sono verificati in donne in stato di gravidanza.
  • In 455 casi (69%) è stato isolato il virus A/H1N1pdm09, in 82 (13%) il virus A(H3N2) e in 119 (18%) il virus A/non sottotipizzato. In un solo caso è stato isolato il virus di tipo B.
  • Tutti i casi sono stati ricoverati in una Unità di Terapia Intensiva e/o subintensiva, 37 hanno necessitato del supporto Ecmo (Ossigenazione extracorporea a membrana) e 506 sono stati intubati.
Distribuzione dei casi gravi e dei decessi da influenza confermata

 

I dati presentati sono preliminari. Le Regioni che inviano i dati aggiornano continuamente le informazioni clinico-epidemiologiche sui casi gravi e sui decessi. Di conseguenza i dati potrebbero subire variazioni da una settimana all’altra.

 

 

Sismg: sistema di sorveglianza della mortalità giornaliera

Il sistema di sorveglianza Sismg è basato sui dati di mortalità dalle anagrafi comunali incluse nel "Piano operativo nazionale per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute", Ccm-ministero della Salute. ll sistema permette di valutare la variazione della mortalità settimanale per 19 città incluse nella sorveglianza nazionale. (Sismg è parte del Progetto Ccm-Ministero della Salute a cura del Dipartimento di Epidemiologia Ssr Lazio – Asl Roma 1)

  • Durante la nona settimana del 2019 la mortalità è stata superiore al dato atteso, con una media giornaliera di 245 decessi rispetto ai 231 attesi.
Numero di decessi medi giornalieri osservati ed attesi per settimana nella popolazione di età≥65 anni

Nota: consulta il sito del Ministero della Salute per saperne di più sulla sorveglianza della mortalità

 

InfluWeb: sistema di sorveglianza via web delle sindromi influenzali

Il sistema di sorveglianza InfluWeb è basato sulla sorveglianza partecipata di cittadini che riportano direttamente all’interno di un sito web ogni settimana se presentano o meno sintomi compatibili con una sindrome-simil-influenzali. Il sistema permette di rappresentare la distribuzione geografica dell’epidemia influenzale basata sulle segnalazioni spontanee dei cittadini (InfluWeb è un progetto a cura della Fondazione Isi).

  • I dati di Influweb si basano sulla partecipazione di circa 4700 volontari su tutto il territorio italiano. Mediamente ogni settimana sono circa 1000 i volontari che riportano il proprio stato di salute.
  • Mediamente, ogni settimana, circa il 75% dei casi di sindrome influenzale riferisce di non essersi rivolto a una struttura del Servizio sanitario nazionale.
  • Circa il 25% dei partecipanti riferisce di essersi vaccinato dall'inizio della stagione influenzale.
Distribuzione delle sindromi influenzali per Provincia
Incidenza totale della sindrome influenzale rilevata dalle sorveglianze InfluWeb-InfluNet

InfluNet-Epi: sistema di sorveglianza epidemiologico delle sindromi influenzali

Il sistema di sorveglianza epidemiologica delle sindromi influenzali InfluNet-Epi è basato sulle segnalazioni dei Medici di medicina generale e dei Pediatri di libera scelta. Il sistema permette di stimare la settimana di inizio, la durata e l’intensità dell’epidemia influenzale.

  • Durante la decima settimana del 2019, 709 medici sentinella hanno inviato dati circa la frequenza di sindromi influenzali tra i propri assistiti. Il valore dell’inci-denza totale è pari a 4,76 casi per mille assistiti.

  • Nella fascia di età 0-4 anni l’incidenza è pari a 12,85 casi per mille assistiti, nella fascia di età 5-14 anni a 6,77 nella fascia 15-64 anni a 4,49 e tra gli individui di età pari o superiore a 65 anni a 2,31 casi per mille assistiti.

Incidenza della sindrome influenzale per stagione influenzale
Incidenza della sindrome influenzale per classe di età

 

InfluNet-Vir: sistema di sorveglianza virologico dell'influenza

InfluNet-Vir, il sistema di sorveglianza virologico dell’influenza in Italia è basato sui campioni inviati dai Medici di medicina generale, Pediatri di libera scelta e dagli ospedali ai laboratori di riferimento regionali. Il sistema permette di monitorare le circolazione dei diversi tipi di virus influenzale in Italia

  • Durante la settimana 10/2019 sono stati segnalati, attraverso il portale InfluNet, 929 campioni clinici ricevuti dai diversi laboratori afferenti alla rete InfluNet e, tra gli 886 analizzati, 261 (29,5%) sono risultati positivi al virus influenzale, tutti di tipo A. In particolare, 40 sono risultati di sottotipo H1N1pdm09, 174 di sottotipo H3N2 e 46 non sono stati ancora sottotipizzati. Viene, inoltre, segnalato un caso di co-infezione da virus A(H1N1)pdm09 e A(H3N2).
Campioni analizzati

 

Indicazioni per l'utilizzo dei grafici

I grafici e le mappe riportati nel bollettino sono interattivi. Passando con il cursore sopra l'immagine vengono visualizzati i dati numerici. I trend delle varie sezioni possono essere ingranditi selezionando la parte di interesse e le legende riportate sotto i grafici sono attivabili/disattivabili cliccandoci sopra. La mappa della sezione InfluWeb è zoomabile con gli appositi tasti + e -.

 

Consulta l’archivio di FluNews per le stagioni influenzali passate.

 



Ultimo aggiornamento della pagina: 14 marzo 2019

TOP