Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura dell'Istituto superiore di sanità

Politiche sanitarie

Ultimi aggiornamenti

14/4/2020 - Differenze di genere in COVID-19: possibili meccanismi

Le evidenze raccolte fino ad oggi evidenziano esplicitamente che esistono differenze importanti nell’insorgenza, nelle manifestazioni cliniche, nelle risposte ai trattamenti e negli esiti di malattie comuni a uomini e donne. E questo sembra emergere anche nel contesto della pandemia da COVID-19. Le statistiche rilevate nel mondo, infatti, parlano chiaro: l’infezione da SARS-CoV-2 produce effetti diversi negli uomini e nelle donne. Per spiegare questo fenomeno sono state avanzate alcune ipotesi generali tra cui una maggiore tendenza degli uomini al tabagismo, una più spiccata abitudine delle donne a dedicare uno spazio significativo della propria quotidianità all’igiene personale, una risposta immunitaria, sia innata che adattativa, più pronta ed efficace nelle donne che negli uomini. Bisogna però evidenziare anche le differenze che intercorrono tra donne e uomini quando si comincia ad entrare nei meccanismi alla base dell’infezione. Differenze che possono essere sia di tipo ormonale che genetico. Leggi l’approfondimento a cura di Maria Cristina Gagliardi, Elena Ortona, Anna Ruggieri (Centro di riferimento per la Medicina di Genere, ISS).

 

7/4/2020 - Giornata mondiale della salute 2020

Come ogni anno, il 7 aprile ricorre la Giornata mondiale della salute. L’edizione 2020 è dedicata al lavoro che professionisti e professioniste in ostetricia e infermieristica svolgono ogni giorno, in tutto il mondo, per assicurare la salute della popolazione. Il tributo, che cade nell’anno internazionale delle professioni infermieristica e ostetrica, è un’occasione per celebrare il lavoro di due categorie in prima linea nella risposta alla pandemia di COVID-19. Per questo motivo EpiCentro pubblica due contributi che tracciano il punto sull’importanza delle due professioni all’interno del sistema sanitario e, più nello specifico, sul lavoro che svolgono in questa situazione emergenziale. Leggi i testi a cura di Barbara Mangiacavalli, Presidente della Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche (FNOPI) e Maria Vicario - Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica (FNOPO).

 

27/2/2020 - Malattie rare: online il nuovo portale www.malattierare.gov.it

Il 29 febbraio ricorre la Giornata mondiale delle malattie rare, istituita nel 2008 dall’alleanza europea EURORDIS. La scelta della data non è casuale: un giorno “raro” (che si alterna con il 28 febbraio negli anni non bisestili), ma che in fondo tanto raro non è visto che capita ogni 4 anni. Allo stesso modo, le malattie rare non sono così “rare” come si pensa: sebbene una specifica malattia riguardi solo poche persone, nel loro insieme le oltre 6000 patologie conosciute ad oggi colpiscono 300 milioni di persone in tutto il mondo e, solo in Europa, sono rappresentate da circa 900 associazioni di pazienti. In Italia, in occasione della Giornata 2020 è stato lanciato il nuovo portale dedicato alle malattie rare, nato dalla collaborazione tra ISS, ministero della Salute, col supporto del ministero dell’Economia e delle Finanze e la realizzazione tecnica dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Il sito, ideato per i cittadini, è stato pensato per essere utile anche ai professionisti sanitari e a tutti i soggetti coinvolti a vario titolo nell’ambito delle malattie rare. Leggi l’approfondimento a cura di Marta De Santis (Centro nazionale malattie rare, ISS).

 

13/2/2020 - Programma per la salute per i cittadini dell’UE

Le azioni chiave del programma di lavoro relativo al periodo 2014-2020 nel settore della salute pubblica sono: offrire finanziamenti a progetti in tutta l'UE, prevenire le malattie, sostenere l'attuazione della legislazione dell'UE in materia di gravi minacce per la salute a carattere transfrontaliero. Fino ad oggi sono stati promossi 976 progetti e azioni. Per il 2020 è stato stanziato un totale di 65,36 milioni di euro. L'Agenzia esecutiva per i consumatori, la salute, l'agricoltura e la sicurezza alimentare (CHAFEA, Director of the Consumers, Health, Agriculture and Food Executive Agency), come ha spiegato la direttrice Véronique Wasbauer in un’intervista sulla newsletter della Commissione europea, lancerà presto gli inviti a presentare proposte e gare d'appalto che riguardino temi cruciali come: la salute mentale, la copertura vaccinale, l'innovazione farmaceutica e la lotta al tabagismo. Leggi l’intervista a Véronique Wasbauer sul sito dell CE.

 

TOP