English - Home page

ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Ultimi aggiornamenti

31/3/2022 - Un nuovo protocollo per la sorveglianza AR-ISS

Da marzo 2022 è disponibile un nuovo protocollo che descrive gli obiettivi, i metodi e le modalità di rilevazione dei dati della sorveglianza AR-ISS coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità. Il nuovo protocollo segue le indicazioni e le esigenze del Piano nazionale di contrasto dell’antimicrobico-resistenza (PNCAR) e ricalca quelle proposte dalla sorveglianza europea (EARS-Net). In particolare rispetto alla precedente versione sono state aggiornate le fonti bibliografiche e alcune informazioni di contesto; il controllo di qualità esterno è organizzato e distribuito dalla Technical University of Denmark (in collaborazione con il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie); è stata aggiornata la lista dei requisiti minimi che i laboratori diagnostici devono possedere, sono stati aggiunti nuovi antibiotici da saggiare per le diverse specie batteriche (cefepime e fosfomicina (i.v) per Escherichia coli e Klebsiella pneumoniae e ceftarolina per Staphylococcus aureus. Infine, è stata aggiunta la variabile “data di ricovero” nel tracciato record da inserire laddove disponibile. Per approfondimenti scarica il documento completo (pdf 502 kb), leggi la circolare sul sito del ministero della Salute e consulta la pagina dedicata alla sorveglianza AR-ISS.

 

24/3/2022 - Antibiotico-resistenza: impatto clinico ed economico e interventi

Nel 2018, in 29 Paesi UE/SEE, 4264 tonnellate di antibiotici sono stati usati nell’uomo e 6358 negli animali da produzione alimentare. Nonostante questi numeri, il consumo globale di antibiotici nell’uomo è diminuito dal 2011 al 2020. È il primo dato che emerge dal documento “Antimicrobial Resistance in the EU/EEA - A One Health response” pubblicato il 7 marzo 2022 dall’ECDC. Leggi l’approfondimento dedicato.

 

3/3/2022 - Aggiornamento della sezione

Online una revisione della pagina dedicata alle informazioni generali sull’antibiotico resistenza. Tra i contenuti anche una parte dedicata alle sorveglianze internazionali e nazionali, con un focus sull’impegno dell’Istututo Superiore di Sanità nel contrasto al fenomeno delle resistenze.

 

24/2/2022 - Questionario online sull’antibiotico-resistenza

Misurare le conoscenze, le attitudini e le pratiche rispetto alla gestione degli antimicrobici e alla comunicazione su questi: è l’obiettivo del questionario realizzato da un gruppo di ricerca dello Spallanzani nell’ambito del bando di ricerca finalizzata di rete “Strategie di ricerca per implementare la stewardship antimicrobica: comunicazione sanitaria, interventi diagnostico-terapeutici e analisi di costo-efficacia” che vede coinvolte le Regioni Lazio, Emilia-Romagna e Lombardia. L’obiettivo è coinvolgere e conoscere al meglio il personale sanitario che maggiormente lavora con gli antibiotici (medici, infermieri, farmacisti, microbiologi) così da intraprendere azioni efficaci anche a livello comunicativo. È possibile partecipare alla ricerca compilando il questionario online, che richiede circa 10 minuti. Tutti i dati raccolti saranno trattati in forma anonima e riportati in forma aggregata. Le informazioni di tipo socio-anagrafico che verranno richieste in apertura serviranno esclusivamente a leggere e interpretare in modo mirato i dati raccolti. Per qualsiasi informazione è possibile rivolgersi a comunicazione.ams@inmi.it.

 

10/2/2022 - Online due nuovi corsi FaD sulle infezioni correlate all’assistenza

L’Istituto Superiore di Sanità e l’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine hanno organizzato due corsi di formazione a distanza nell'ambito del Progetto CCM "Sostegno alla Sorveglianza delle Infezioni correlate all'assistenza, anche a supporto del Piano Nazionale di Contrasto dell'Antibiotico Resistenza (PNCAR)”. Il tema è la prevenzione e controllo delle infezioni correlate all’assistenza (ICA) con lo scopo diffondere tra gli operatori sanitari una piena consapevolezza del problema basata su conoscenze e indicazioni aggiornate sulle principali strategie di gestione e contrasto delle ICA. L’obiettivo è contribuire a formare il personale sanitario sui temi fondamentali utili ad acquisire una consapevolezza rispetto al problema e trasferire gli strumenti necessari a pianificare e attuare programmi di controllo a diversi livelli (nazionale, regionale, locale), per garantire la messa in opera di quelle misure che si sono dimostrate efficaci nel ridurre al minimo il rischio di complicanze infettive. Per maggiori informazioni consulta le pagine dedicate ai corsi sulla piattaforma eduiss: “Introduzione al contrasto delle infezioni correlate all’assistenza. Rilevanza del problema, concetti, metodi e precauzioni” e “Introduzione al contrasto delle infezioni correlate all’assistenza: aspetti organizzativi, prevenzione, sorveglianza e controllo”.