ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Ultimi aggiornamenti

22/7/2021 - Consumo di antibiotici in Europa: i dati 2014-18

Tra il 2014 e il 2018, otto Paesi della rete ESAC-Net (Danimarca -2,5%, Finlandia -5,2%, Germania -3,4%, Lussemburgo -1,3%, Paesi Bassi -1,5%, Norvegia -2,5%, Svezia -2,9% e Regno Unito -2,6%) hanno mostrato riduzioni statisticamente significative nel consumo totale di antibiotici. Ciò può essere dovuto ai programmi di lunga data e all'impegno di questi Paesi per un uso prudente degli antibiotici. È quanto emerge dall’articolo “Variations in the Consumption of Antimicrobial Medicines in the European Region, 2014–2018: Findings and Implications from ESAC-Net and WHO Europe”. Lo studio analizza i dati di 30 Paesi dell’Unione europea e dello Spazio economico europeo (UE/SEE) appartenenti alla rete europea di sorveglianza del consumo di antibiotici (ESAC-Net) e quelli di 15 Paesi della rete AMC (Antimicrobial Medicines Consumption) dell'OMS Europa. Leggi il commento di Monica Monaco e Luca Busani (ISS).

 

22/4/2021 - Antibiotico-resistenza: i dati EFSA/ECDC 2018-19

Campilobatteriosi e la salmonellosi si confermano infezioni in gran parte resistenti agli antibiotici comunemente usati nell’uomo e negli animali. È il dato più importante che emerge dal rapporto “The European Union Summary Report on Antimicrobial Resistance in zoonotic and indicator bacteria from humans, animals and food in 2018/2019” pubblicato l’8 aprile 2021 dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) e dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA). Il testo raccoglie i dati di 28 Paesi europei sui livelli di resistenza agli antibiotici (Antimicrobical Resistance, AMR) di batteri zoonosici (Salmonella e Campylobacter) isolati da uomo, animali e alimenti, di E. coli commensali utilizzati come indicatori e di S. aureus resistenti alla meticillina (Meticillin-Resistant S. Aureus, MRSA) isolati da animali e alimenti. Per maggiori informazioni leggi il testo dedicato.

 

15/4/2021 - Pericoli microbilogici nei Paesi UE: sull’EFSA i country report

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha pubblicato le relazioni nazionali sulle zoonosi per Paese, divisi per anno. Questi country report - tra cui sono presenti anche quelli per l’Italia - sono usati anche come basi interpretative per la redazione delle relazioni sintetiche dell’EFSA su tendenze e fonti di zoonosi, agenti zoonotici, resistenza agli antimicrobici e focolai di origine alimentare nell'Unione europea (UE). Le informazioni fornite riguardano sia le zoonosi considerate importanti per la salute pubblica in tutta l'UE, sia quelle rilevanti sulla base della situazione epidemiologica nazionale. I rapporti includono informazioni riportate su animali, alimenti, mangimi animali e focolai di origine alimentare. Una vera e propria risorsa metodologica per chi lavora in questi settori. Per approfondire consulta la pagina dedicata ai “Biological hazards reports” sul sito EFSA.

 

4/2/2021 - Antibiotico-resistenza in Europa

È online l’aggiornamento della pagina dedicata alla diffusione dell’antibiotico-resistenza in Europa e al consumo antimicrobici (antibiotici, antimicotici e antivirali) per uso sistemico. Per approfondire consulta la pagina dedicata.

 

14/1/2021 - Uso degli antibiotici in Italia, il rapporto AIFA con i dati 2019

Dal Rapporto Nazionale OsMed (Osservatorio Nazionale sull’impiego dei Medicinali) sull’uso degli antibiotici nel nostro Paese durante il 2019, pubblicato nel dicembre 2020 dall'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), emerge che il consumo è rimasto stabile rispetto al 2018 anche se l’Italia continua ad essere tra i Paesi con un livello superiore alla media europea. Nel complesso della popolazione circa 4 persone su 10 hanno ricevuto nel corso del 2019 almeno una prescrizione di antibiotici, con un livello più elevato nei bambini con età inferiore ai 5 anni e nella fascia di età superiore agli 85 anni. Leggi l’approfondimento a cura di Roberto Da Cas (Centro nazionale per la ricerca e la valutazione preclinica e clinica dei farmaci, ISS).

 

7/1/2021 - Organismi resistenti ai carbapenemi: documenti online

Dal ministero della Salute due nuovi documenti, tradotti e adattati in italiano da originali OMS, offrono Linee guida e indicazioni pratiche (raccolte in un Manuale) per la prevenzione e il controllo di organismi resistenti ai carbapenemi. Leggi l’approfondimento a cura di Fortunato “Paolo” D'Ancona (Dipartimento Malattie infettive, ISS).