English - Home page

ISS
L'epidemiologia per la sanità pubblica
Istituto Superiore di Sanità
Epidemiologia per la sanità pubblica - ISS

Ultimi aggiornamenti

21/4/2022 - Materiali del progetto MOVIE

Sono online i materiali didattici e divulgativi messi a punto nell’ambito del progetto “Monitoraggio e valutazione dell’implementazione delle raccomandazioni cliniche organizzative per la gestione delle emergenze ostetriche emorragiche peripartum” (MOVIE). Finanziato dal programma CCM 2018 del ministero della Salute e coordinato dall’Italian Obstetric Surveillance System (ItOSS), tra il 2019 e il 2021 il progetto ha monitorato l’implementazione delle raccomandazioni cliniche e organizzative per la gestione dell’emorragia del post partum prodotte dall’ISS e dall’AGENAS nelle Regioni Piemonte, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Campania e Sicilia. Leggi l’approfondimento.

 

24/3/2022 - FaD: risultati preliminari sulla partecipazione

C’è tempo sino a novembre 2022 per partecipare al corso corso FAD gratuito, organizzato dall’Italian Obstetric Surveillance System (ItOSS) sui temi del tromboembolismo venoso e della patologia cardiaca in gravidanza e puerperio per i profili di medico chirurgo, ostetrico e infermiere. A quattro mesi dal suo lancio 3698 professionisti sanitari hanno già partecipato lasciando commenti molto positivi sull’esperienza formativa (1133 infermieri, 927 medici e 1637 ostetriche) e l’81% ha già acquisito i crediti ECM. Per approfondire vai alla pagina dedicata.

 

27/1/2022 - COVID-19 e vaccinazione in gravidanza: un commento ai dati

All’inizio della pandemia da SARS-CoV-2, le donne in gravidanza e puerperio e quelle che programmavano una gravidanza hanno ricevuto messaggi contrastanti circa l’opportunità di vaccinarsi e, ancora oggi, l’esitazione vaccinale in questa popolazione è forte. È questo il tema del commento “Severe COVID-19 in pregnancy is almost exclusively limited to unvaccinated women – time for policies to change” pubblicato su The Lancet Regional HealthEurope a gennaio 2022. Il testo, al quale ha contribuito anche il gruppo dell’Italian Obstetric Surveillance System (ItOSS) dell’Istituto Superiore di Sanità coordinato da Serena Donati, segnala che durante il periodo della variante Delta, i Paesi dotati di sistemi di sorveglianza che partecipano all'International Network of Obstetric Survey Systems (INOSS) hanno rilevato un aumento dei casi gravi di malattia da SARS-CoV-2 in gravidanza e puerperio e hanno dimostrato che la maggioranza delle donne ricoverate in terapia intensiva non era vaccinata. Nonostante i Paesi aderenti al network INOSS abbiano adottato politiche non uniformi circa i criteri di priorità per l’offerta vaccinale e presentino tassi variabili di accettazione del vaccino in gravidanza, i dati sugli esiti materni dimostrano chiaramente come la vaccinazione protegga dalle forme gravi della malattia da COVID-19. I professionisti sanitari dovrebbero pertanto promuovere la vaccinazione e i governi dovrebbero dare priorità all’offerta vaccinale in gravidanza e puerperio. Leggi il testo completo, pubblicato il 26 gennaio 2022.