Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura dell'Istituto superiore di sanità

Sistema di sorveglianza sui determinanti di salute nella prima infanzia

Ultimi aggiornamenti

6/6/2019 - Sorveglianza Bambini 0-2 anni: la descrizione in un articolo

È online, sul numero di aprile della rivista Epidemiologia & Prevenzione, un articolo che descrive il sistema di sorveglianza bambini 0-2 anni, dall’esordio nel 2013 come “Sistema di sorveglianza sugli otto determinanti di salute del bambino, dal concepimento ai 2 anni di vita, inclusi nel Programma GenitoriPiù” alla sua inclusione nel Dpcm del 3 marzo 2017, che identifica i sistemi di sorveglianza e i registri di rilevanza nazionale a cui si dovrà gradualmente aderire (ad oggi partecipano 11 Regioni). La sorveglianza, monitora i determinanti di salute precoci tra cui le vaccinazioni, l’assunzione di acido folico nel periodo periconcezionale, l’allattamento, il consumo di tabacco e alcol in gravidanza e in allattamento, la posizione dei bambini nella culla, la lettura ad alta voce ai bambini. Tutti i determinanti indagati hanno mostrato grandi differenze territoriali interregionali e intraregionali e l’analisi dei determinanti in funzione delle caratteristiche socioeconomiche (reddito percepito, istruzione e provenienza geografica) ha messo in evidenza che le fasce di popolazione più disagiate sono a maggior rischio di non mettere in atto comportamenti corretti. L’articolo rientra all’interno della sezione “Parole e cambiamento” in cui vengono rilanciati i risultati di contributi scientifici che portano messaggi di sanità pubblica. In particolare, la Sorveglianza Bambini 0-2 anni è uno dei 4 progetti Ccm selezionati da E&P tra i 10 inviati sulla cui relazione finale la Direzione della prevenzione sanitaria del ministero della Salute ha richiesto una valutazione scientifica, attraverso peer-review. Per maggiori informazioni leggi l’articolo completo “I determinanti di salute nella prima infanzia: la sperimentazione di un nuovo sistema di sorveglianza in Italia” (Epidemiol Prev 2019; 43 (1): 66-70), consulta la sezione “Parole e cambiamento e visita la sezione di EpiCentro dedicata alla sorveglianza.

 

30/5/2019 - Sorveglianza bambini 02 anni

A maggio 2019, in tutte le Regioni partecipanti (Valle d’Aosta, Piemonte, PA Trento, Marche, Lazio, Basilicata, Campania, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna), è terminata la raccolta dati della Sorveglianza Bambini 0-2 anni.

 

31/10/2018 - Formazione a distanza

È partito il 22 ottobre scorso il corso di Formazione a distanza (Fad) realizzato nell’ambito del “Programma GenitoriPiù - coordinamento promozione della salute materno-infantile” in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità, all’interno dei Progetti Ccm “Sistema di sorveglianza sui determinanti di salute nella prima infanzia” ed “Equity audit nei Piani regionali di prevenzione in Italia”. La Fad si propone di promuovere una visione culturale comune, in un’ottica di empowerment, per tutti gli operatori che, sul territorio nazionale, a diverso titolo sono dedicati alla prevenzione e alla promozione della salute nella prima infanzia, dal periodo preconcezionale ai primi anni di vita. Leggi l’approfondimento.

 

25/10/2018 - La Rete del Sistema di sorveglianza bambini 0-2 anni: contatti nazionali e regionali

Il sito si arricchisce con nuove pagine. La pubblicazione della sezione dedicata alla Rete che compone la sorveglianza fornisce nomi e contatti dei referenti Regionali e dei loro collaboratori. La pagina del “Chi siamo” offre invece un quadro sul coordinamento nazionale, sul gruppo di lavoro dell’Azienda Ulss 9 Scaligera (Veneto) e sul Comitato Tecnico. Consulta le due pagine: Referenti regionali e Chi siamo.

 

2/8/2018 - Bimbi in auto: al via la nuova campagna sulla sicurezza stradale

Secondo dati Istat nel 2017 in Italia su un totale di 17.309 feriti gravi per incidenti stradali, i bambini nella fascia di età 0-9 anni rappresentano l’1,4% dei feriti gravi. Inoltre, tra i passeggeri nella fascia d’età 0-14 si contano 25 vittime e oltre 8mila feriti in incidenti stradali. Per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di adottare tutte le misure di sicurezza durante i tragitti in auto, il ministero della Salute, in collaborazione con il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la Polizia di Stato e le società e associazioni scientifiche pediatriche (Sip, Simeup, Sipps, Acp), ha realizzato la campagna “Bimbi in auto”. Attraverso semplici messaggi stampati su materiali informativi da diffondere negli ambulatori pediatrici, negli ospedali, nei consultori e sui media, la campagna – che risponde anche all’obiettivo comunitario “Vision zero, sulla strada nessun bambino deve morire”, stabilito nel “Piano nazionale della Sicurezza stradale con Orizzonte 2020 (Pnss Orizzonte 2020)” – mira a sollecitare l’uso corretto di idonei sistemi di ritenuta durante i viaggi in macchina. Seggiolini e cinture devono, infatti, essere adattati alle dimensioni dei bimbi e omologati ai sensi di legge. Tra i messaggi chiave della campagna: «Usa sempre il seggiolino. Non tenerlo mai in braccio, anche per brevissimi tragitti; Acquista il dispositivo più adeguato ed accertati che sia omologato; Usa i dispositivi più adatti alle loro dimensioni, anche nei primi mesi di vita; Monta il seggiolino nella posizione corretta; Sopporta i suoi strilli, ma allacciagli sempre le cinture; Sì al peluche! No al lecca-lecca!». La sicurezza in auto è, tra l’altro, una delle tematiche indagate dalla Sorveglianza Bambini 0-2 anni (sistema di sorveglianza sui determinanti di salute nella prima infanzia) e dal Programma Genitoripiù. Per approfondire consulta la pagina dedicata sul sito del ministero della Salute dove sono disponibili i materiali informativi della campagna “Bimbi in auto”, visita il sito della sorveglianza Bambini 0-2 anni e del programma Genitoripiù.

 

22/3/2018 - On line il nuovo sito Sorveglianza bambini 0-2 anni

On line la nuova sezione di EpiCentro dedicato alla sorveglianza dei bambini tra 0 e due anni. Vai alle pagine dedicate pagine dedicate.

 

TOP